Rosaria Proietti

Per quanto attiene il reddito di cittadinanza, il figlio maggiorenne non convivente con i genitori fa parte del nucleo familiare dei genitori esclusivamente quando e’ di età inferiore a 26 anni, è nella condizione di essere a loro carico a fini IRPEF, non è coniugato e non ha figli.

Quindi, se si trova nelle condizioni di cui sopra, cambiando residenza dovrebbe continuare a percepire il reddito di cittadinanza se l’immobile donato ha valore, ai fini ISEE, non superiore ai 30 mila auro.

Altrimenti, continuerà a far parte del nucleo familiare di sua madre, pur cambiando residenza, ed in questo caso, per continuare a percepire il reddito di cittadinanza, il valore totale ai fini ISEE del bene immobile a lei donato e dell’appartamento ereditato da sua madre dovrà continuare ad essere complessivamente non superiore ai 30 mila euro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca