Ornella De Bellis

il titolo esecutivo europeo può essere richiesto, dal creditore procedente, al giudice che ha pronunciato la decisione giudiziaria (tipicamente, il decreto ingiuntivo, o la sentenza di condanna) in Italia: si tratta, in sostanza, di un certificato che accompagna una decisione giudiziaria nazionale passata in giudicato e ne consente l’esecuzione in un altro Stato membro dell’Unione Europea (a cui la Germania, come ben sappiamo, appartiene). Vale, in particolare, come nel caso in discussione, per i crediti non contestati laddove un giudice nazionale abbia già deciso che l’importo in questione è dovuto al ricorrente.

Naturalmente, il creditore dovrà sempre trovare uno studio legale in Germania (o anche italiano che operi in Germania) per avviare la procedura esecutiva (come il pignoramento del conto corrente detenuto presso una banca tedesca) basata sul titolo esecutivo europeo e secondo le norme di procedura civile vigenti in Germania.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.