Giuseppe Pennuto

In alcuni casi è possibile, quando si viene coinvolti in un sinistro a causa di una buca presente sul manto stradale, intraprendere la strada del risarcimento nei confronti dell’ente comunale.

Nel dettaglio, è necessario:

  • chiedere l’immediato intervento della polizia municipale, della polizia stradale o dei carabinieri, così da far rilevare sul posto le condizioni della strada e verbalizzare, nell’immediatezza del fatto, l’esistenza della buca, della strada sconnessa, etc.;
  • scattare, se possibile, alcune foto dei luoghi prima che il Comune segnali alle ditte responsabili della manutenzione di riparare il danno;
  • coinvolgere testimoni che abbiano assistito all’evento;
  • nel caso di lesioni fisiche recarsi immediatamente al Pronto Soccorso.

Una volta raccolta la documentazione sul luogo del sinistro, per avviare la fase della richiesta risarcitoria e dimostrare che il danno è stata provocato proprio dalla buca presente sul manto stradale, è necessario provare:

  • la dinamica del sinistro (verbale dei carabinieri, Vigili o Polizia intervenuti, ma anche dichiarazioni di testimoni presenti sul posto e fotografie da cui risulti la data certa del fatto);
  • i danni al mezzo (preventivo o fattura di riparazione dell’auto carrozzeria e/o del meccanico);
  • le eventuali lesioni personali (certificato di pronto soccorso da cui deve risultare la dichiarazione che il sinistro è avvenuto a causa di un buca stradale e successivi certificati medici);

Raccolte le prove, il danneggiato potrà poi rivolgersi ad un legale e/o inviare – tramite raccomanda A/R – una formale richiesta di risarcimento danni al competente ufficio dell’Amministrazione, che provvederà ad inoltrare la richiesta di risarcimento alla propria Compagnia Assicurativa.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca