Loredana Pavolini

Com’è noto, per gli atti giudiziari in materia civile, amministrativa e penale, quindi anche per la cartella esattoriale notificata dall’ufficiale della riscossione attraverso il servizio postale (notifica indiretta), qualora il servizio di notifica sia stato affidato a Poste Italiane, in caso di consegna dell’atto non effettuata personalmente al destinatario, viene inviata una Comunicazione di Avvenuta Notifica (CAN) in raccomandata al destinatario per avvertirlo della notifica effettuata. In caso di mancata consegna dell’atto al domicilio del destinatario, viene inviata allo stesso la Comunicazione di Avvenuto Deposito (CAD), in raccomandata con avviso di ricevimento ordinario, per avvertirlo della giacenza dell’atto presso l’ufficio indicato. (così come previsto dall’articolo 8 legge 890/1982).

In questo caso, il termine per il perfezionamento della notifica dell’atto impositivo quando non sia stata possibile la consegna del piego raccomandato ed esso sia stato depositato presso l’ufficio postale, e sia stata data notizia al destinatario a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, è di dieci giorni dalla data di spedizione della lettera raccomandata informativa ovvero dalla data di ritiro dell’atto se anteriore (Corte di cassazione ordinanza 25040/2017).

Se l’inizio giacenza è fissato nel giorno 9 ottobre (indipendentemente dalla data di ricevimento della CAN – vale la data di spedizione della CAN), e l’atto è stato ritirato il 7 novembre, la notifica, per le azioni che può intraprendere il destinatario (tipicamente l’impugnazione), deve essere intesa come perfezionata il 19 ottobre, cioè con la data coincidente con quella che, in gergo, viene indicata come data di compiuta giacenza.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca