Giuseppe Pennuto

Chiunque circola con veicolo senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 849 ad euro 3 mila e 396. In alcuni casi specifici, la sanzione amministrativa pecuniaria può essere raddoppiata. Per il pagamento della sanzione amministrativa sia il trasgressore che il proprietario del veicolo sono obbligati solidalmente: cioè entrambi (il creditore possono essere destinatari, in caso di omesso pagamento della sanzione, ad azioni esecutive di riscossione coattiva (basate su cartella esattoriale o ingiunzione fiscale). Il pagamento dell’uno, libera l’altro coobbligato.

Inoltre, quando lo stesso soggetto sia incorso, in un periodo di due anni, nella violazione per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a due mesi.

Se c’è contestazione immediata, quando, cioè, la violazione è accertata nel corso di un controllo sul territorio da parte degli agenti (polizia municipale, polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza) la contestazione immediata implica la consegna di un verbale di accertamento al trasgressore.

A tale contestazione immediata deve seguire la notifica di copia del verbale, entro 100 giorni, ad uno dei soggetti solidalmente responsabili, se esistenti (può esserlo quando non coincidente col trasgressore, il proprietario del veicolo, l’usufruttuario, l’acquirente con patto di riservato dominio, l’utilizzatore a titolo di leasing).

Altrimenti, quando la violazione viene accertata da dispositivi elettronici o da controlli a campione, la sanzione amministrativa viene notificata direttamente al proprietario (o l’usufruttuario, l’acquirente con patto di riservato dominio, l’utilizzatore a titolo di leasing) il quale dovrà comunicare anche le generalità del trasgressore per l’eventuale applicazione della sanzione accessoria della sospensione della patente, quando la circolazione del veicolo privo di copertura assicurativa è effettuata a sua insaputa.

Infatti, un veicolo privo di copertura assicurativa può benissimo trovarsi in sosta in uno spazio privato ed al proprietario non può essere sospesa la patente se il veicolo viene messo in circolazione da terzi senza la necessaria autorizzazione.

E, in ogni caso, chiunque si ponga alla guida di un veicolo è tenuto a verificare, fra l’altro, la copertura assicurativa del veicolo (così come, ad esempio, l’avvenuta revisione periodica).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca