Giovanni Napoletano

Molto spesso, quando ci si appresta a partire per un viaggio, molti italiani scelgono, per questioni organizzative, di lasciare l’autovettura presso l’aeroporto: non sempre, però, si presta la dovuta attenzione alle tariffe dei parcheggi che in molti casi rischiano di costare addirittura di più dei biglietti aerei stessi.

Se è vero che al giorno d’oggi viaggiare a bordo di un aereo è molto più conveniente dal punto di vista economico rispetto a ciò che poteva avvenire sino a qualche anno fa, è altrettanto vero che i biglietti low cost non rappresentano la sola fonte di spesa quando si viaggia volando.

In aeroporto, infatti, in qualche modo ci si deve andare, e non sempre si ha l’opportunità di utilizzare il treno o l’autobus, vuoi per la carenza di infrastrutture, vuoi per i vincoli orari che occorre comunque rispettare.

Evitare i mezzi pubblici, insomma, in molte circostanze è prima di tutto un fatto di comodità, e quindi non si può far altro che raggiungere lo scalo in macchina.

Tuttavia parcheggiare in aeroporto comporta un esborso di non poco conto: può perfino capitare che per il parcheggio si spenda di più di quello che si spende per il biglietto aereo.

Insomma, si vola low cost ma si parcheggia high cost, con tutti i fastidi che ne possono derivare.

Appare incredibile, ma una macchina ferma finisce per essere più costosa di un aereo che percorre centinaia o addirittura migliaia di chilometri.

Ormai, però, hrazie ai servizi di prenotazione online chiunque ha la possibilità di prenotare un posto auto per il proprio veicolo presso un parcheggio non ufficiale situato nei dintorni dello scalo da cui si dovrà partire.

Immaginando di dover volare da Ciampino, Roma, si può fare riferimento al servizio di Parkos.it e scoprire quali sono i fornitori di parcheggio più convenienti sul piano economico.

Con il parcheggio Idea Rent Parking, per esempio, lasciare la macchina in sosta per una settimana può costare 24 euro e 30 centesimi, mentre con Alta Quota i prezzi partono da 30 euro alla settimana.

32 euro alla settimana, invece, è la tariffa minima richiesta per il parcheggio Ferrari, sempre nei dintorni dello scalo di Ciampino.

Quelli che abbiamo appena elencato sono tutti esempi di parcheggi non ufficiali.

Dando un’occhiata alle tariffe dei parcheggi ufficiali, si rimane sbalorditi nel notare la differenza di prezzo: con una prenotazione online il costo di una settimana di sosta è di circa 50 euro, mentre in assenza di prenotazione ci può essere bisogno di più di 90 euro.

Come si può intuire, allora, da un lato conviene prenotare in anticipo, anche per non perdere troppo tempo il giorno della partenza, e dall’altro lato è senza dubbio consigliabile – se si vuole risparmiare – propendere per i parcheggi non ufficiali.

Questi ultimi sono un po’ più distanti dai terminal rispetto ai parcheggi ufficiali, ma ciò non deve rappresentare un motivo di preoccupazione, visto che i servizi di car valet e di trasferimento gratuito in bus navetta consentono di rimediare senza problemi.

Gli esempi visti per Ciampino possono valere anche per altri aeroporti italiani.

I parcheggi ufficiali più costosi, per esempio, sono quelli dello scalo Marconi di Bologna, dove per una settimana di sosta si sfiorano i 100 euro di spesa.

Anche al Peretola di Firenze si superano i 90 euro, e lo stesso dicasi per Roma Fiumicino.

Per lasciare la macchina nel parcheggio ufficiale di Milano Malpensa, invece, il costo da sostenere è di oltre 70 euro alla settimana.

Per trovare parcheggio aeroporto, allora, conviene decisamente scegliere i servizi online.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca