Ludmilla Karadzic

Se lei contesta l’esito della procedura di sospensione, possiamo dire che essa avrebbe dovuto essere comunicata formalmente con raccomandata AR e non attraverso una sistema di posta elettronica aziendale a meno che non si tratti di un sistema di posta certificato per entrambe le terminazioni (ufficio del personale e lavoratore dipendente). Se vogliamo, non avrebbe nemmeno dovuto interpellare la controparte.

Per quanto attiene le presunte violazione della privacy da segnalare, eventualmente, agli organi competenti, queste vanno documentate e non possono essere denunciate sulla base di pettegolezzi riportati verbalmente da colleghe di lavoro (a meno che non si vogliano coinvolgerle direttamente e siano disponibili a riferire delle modalità con cui hanno appreso le notizie che la riguardano).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.