Gennaro Andele

Stanno arrivando, negli ultimi giorni, numerosissime segnalazioni di consumatori e correntisti che si chiedono se è vero che l’1 e il 2 agosto 2019 non si potrà prelevare denaro dai bancomat: infatti, i prelievi al bancomat sono a rischio per i primi due giorni di agosto a causa dello sciopero nazionale proclamato dai portavalori, per chiedere il rinnovo del contratto fermo dal 2015.

La notizia che conforta è che dietro al possibile blocco dei prelievi di soldi dai bancomat non c’è alcun cataclisma ne alcuna gravissima crisi finanziaria in atto.

Più semplicemente l’1 e il 2 agosto non sarà possibile prelevare denaro dai bancomat italiani a causa di uno sciopero promosso da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs e riguardante i portavalori.

L’astensione dal lavoro proclamata dalle associazioni di categoria rientra nell’ambito della mobilitazione dei portavalori per ottenere il rinnovo del contratto di settore che è scaduto nel 2015.

Secondo alcune indiscrezioni lo sciopero dei portavalori proclamato per l’1 e il 2 agosto metterebbe in pericolo lo stesso approvvigionamento dei bancomat e quindi renderebbe impossibile prelevare.

I portavalori, infatti, sono coloro che portano e smistano il denaro contante tra le varie banche e i relativi bancomat.

Una loro agitazione con conseguente sciopero determinerebbe l’impossibilità oggettiva di rifornire gli sportelli ATM.

Del rischio che l’1 e il 2 agosto sia impossibile prelevare dai bancomat, sembrano essere consapevoli gli stessi istituti di credito.

Infatti, molte banche avrebbero già comunicato alla loro clientela che l’1 e il 2 agosto potrebbe non essere possibile prelevare.

Per la cronaca, i portavalori in lotta per il rinnovo del contratto scaduto oramai da ben 5 lunghi anni, chiedono aumenti e adeguamenti salariali, la revisione dell’orario di lavoro ma anche una nuova classificazione del personale e più impegno sul fronte della sicurezza nell’esercizio della loro attività.

Non essendoci stato alcuna accordo tra le associazioni di categoria che raggruppano i portavalori e le aziende del settore, si è quindi deciso di indire uno sciopero che, come detto, potrebbe portare al blocchi dei prelievi dai bancomat.

Attenzione perché il fatto che l’1 e il 2 agosto non si può prelevare dai bancomat, non significa che non si potrà pagare con il bancomat tramite POS.

I pagamenti con bancomat e carte in negozi abilitati possono essere effettuati tranquillamente come pure tutte le operazioni online.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.