Paolo Rastelli

Forse nella mia domanda precedente non mi sono spiegata bene, non mi riferivo alla richiesta del prospetto informativo su quali cartelle sia possibile stralciare, ma alla compilazione vera e propria del modello SA ST R per via telematica. Io sono già in possesso del prospetto informativo così come del mio ISEE, sul sito quindi ho fatto la procedura per la compilazione del modello e alla fine ho confermato e inviato i dati. la spiegazione fornita al riguardo da ADER è al contrario rispetto a quella del prospetto informativo, mi riferisco all’ordine delle mail. Una volta inviati i dati arriva una mail con un link da cliccare entro 72 ore per dare una ulteriore conferma, solo dopo di questa arriva una seconda mail con un numero identificativo e il resoconto dei dati inseriti. ma il punto è che, sempre secondo ADER a questo punto deve arrivarmi una terza e ultima mail in cui mi confermano che la documentazione allegata è esatta e inviano un link da cliccare per scaricare una copia del modello SA ST R che corrisponda ai dati da me inseriti per via telematica. Solo questa mail vale come ricevuta e come garanzia della lavorazione della pratica, tanto è vero che spiegano anche che, se la documentazione fosse errata, verrà inviata una risposta negativa con la possibilità di reinviare la stessa dopo averla corretta. Ed è questa mail che io sto aspettando, altrimenti non potrò essere certa che la mia richiesta di adesione sarà lavorata. E mancando ormai solo due giorni alla scadenza non posso certo aspettare senza far niente, per questo chiedevo se voi sapevate meglio i tempi o le procedure, ad esempio se questa mail potrebbe arrivare anche dopo il 31, e allora cosa farebbe fede? la compilazione online o la mail? In ogni caso, alla fine credo proprio che dovrò recarmi allo sportello e affrontare una fila lunghissima ed è assurdo perché se mettono a disposizione l’invio online proprio per sfoltire il caos agli sportelli, dovrebbero anche garantire una risposta celere e non costringere la gente a fare doppie procedure.

Siamo stati sicuramente noi a spiegarci male, di questo ci scusiamo e correggeremo la precedente risposta per eliminare le evidenti ambiguità: dopo aver compilato tutti i campi del form online (elenco delle cartelle e degli avvisi, numero di rate, eccetera) e confermato i dati, il richiedente riceve una prima e-mail all’indirizzo che ha indicato, con un link da convalidare entro le 23.50 del 31 luglio 2019 (decorso tale termine, il link non sarà più valido e la richiesta sarà automaticamente annullata).

Una volta convalidata la richiesta, si riceve una seconda e-mail di presa in carico con il numero identificativo della pratica e il riepilogo dei dati inseriti. Infine, se la documentazione allegata è corretta, verrà inviata un’ultima e-mail di ricevuta con copia protocollata del Modello SA–ST–R compilato. Anche per l’ultima e terza e-mail il tempo massimo che si deve attendere è di 72 ore, passate le quali quali si deve ritenere che la documentazione allegata all’istanza presente qualche criticità.

Anche considerando che ormai mancano pochi giorni alla scadenza dei termini di presentazione dell’istanza di definizione agevolata a saldo stralcio dei carichi debitori, il consiglio obbligato è quello di ripresentare al più presto l’istanza allo sportello, anche per verificare con i funzionari preposti la correttezza della documentazione allegata e porre rimedio, per tempo, ad eventuali omissioni o non conformità documentative.

Per il resto siamo d’accordo: peraltro non è la prima volta che i lettori ci segnalano problematiche e criticità dalla procedura FAI DA TE.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.