Gennaro Andele

Purtroppo i ladri non vanno in vacanza e anzi, in vacanza fanno gli straordinari: è per loro, infatti, il momento lavorativo annuale migliore, poiché non c’è niente di più bello di una casa disabitata e abbandonata.

Premesso che comunque non è facile una protezione con sicurezza totale, ecco gli accorgimenti più adatti per evitare i furti.

In primis, se pensate di rimanere lontani da casa solo per pochi giorni, lasciate una piccola luce accesa: potete provare ad esempio a far installare un piccolo dispositivo dotato di timer, programmabile per l’accensione e lo spegnimento durante gli orari da voi stabiliti.

In alternativa, se non avete già installato un sistema di videosorveglianza, sul mercato è possibile trovare alcuni dispositivi meno costosi, simili ad esempio a webcam, con cui verificare da remoto quello che sta accadendo fra le vostra mura domestiche.

In ogni caso, prima di partire, chiamate un tecnico e fate effettuare un controllo in modo da verificare se l’antifurto è perfettamente funzionante.

Valutate la necessità di installare le inferriate alle finestre e una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza.

Prima di partire conservate in un luogo sicuro come ad esempio una cassaforte tutti i documenti che non porterete con voi durante la vacanza e gli originali di contratti, ricevute e così via.

Inoltre, se avete un giardino, evitate di far crescere siepi o alberi vicino alle finestre perché forniscono un ottimo appoggio ai ladri per arrampicarsi.

Allo stesso tempo sistemate il vialetto e tagliate l’erba prima di partire, un giardino in disordine può suggerire che il padrone di casa è via da molto tempo.

Fate un inventario degli oggetti di valore che avete in casa, se possibile fotografateli: una soluzione che potrebbe tornarvi utile in caso di furto.

Siccome, generalmente, i primi posti in cui ladri rovistano alla ricerca di qualcosa sono gli armadi, i cassetti, il retro dei quadri o la zona al di sotto dei tappeti, evitate di nascondere lì i vostri oggetti preziosi.

Collaborate con i vostri vicini di casa: lasciate loro il vostro numero di telefono in modo che possano subito avvertirvi in caso di eventuali problemi.

Allo stesso modo, portate con voi i numeri di telefono delle postazioni di Polizia e Carabinieri più vicine alla vostra abitazione.

Valutate, insieme ai vostri vicini, la necessità di illuminare i punti esterni del palazzo, le scale e in generale l’edificio: il buio gioca a vostro sfavore.

Se il contatore o l’interruttore dell’energia elettrica è posto all’esterno dell’abitazione, proteggetelo con una cassetta metallica chiusa a chiave in modo da evitare che qualcuno possa staccare la corrente.

Attenzione alla cassetta delle lettere: se rimanete lontani da casa a lungo, chiedete a qualcuno di ritirare la posta per voi.

Niente come molta corrispondenza in una cassetta delle lettere stimola l’attenzione dei topi d’appartamento.
Non affidate a nessuno le chiavi di casa se non a una persona di cui vi fidate molto e se per caso le smarrite è bene sostituire immediatamente la serratura dell’appartamento.

Usate Facebook o Twitter? Non condividete sui social network ogni momento della vostra vacanza a partire dalla partenza: i ladri usano anche questi strumenti per studiare al meglio l’obiettivo dei propri furti.

Sul citofono all’esterno mettete solo il cognome: i nomi indicano il numero di persone che vivono nella casa e questa è un’indicazione utile per i ladri.

In ogni caso: non aprite portone e porta di casa, attraverso il citofono, a persone sconosciute; non fatevi abbindolare per strada da persone che, attraverso una scusa qualsiasi, vogliono conoscere dati sensibili della vostra casa.

Non mettete oggetti preziosi e di valore in posti scontati (nascosti, per esempio, all’interno di un armadio). E possibilmente cambiateli, ogni tanto.

Se abitate in un posto isolate, adottate un cane: per i ladri è sempre e comunque un problema.

Se, malauguratamente. vi ritrovate davanti all’appartamento svaligiato, non toccate nulla ma chiamate immediatamente i carabinieri in modo da sporgere denuncia.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.