Roberto Petrella

La Carta Rdc può essere utilizzata per l’acquisto di generi alimentari, il pagamento delle bollette di energia elettrica e delle forniture di gas, nonché per soddisfare tutte le altre esigenze dei beneficiari, ad eccezione di quelle legate all’acquisto dei seguenti beni e servizi:

  1. giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità;
  2. acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto, nonché servizi portuali;
  3. armi;
  4. materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
  5. servizi finanziari e creditizi;
  6. servizi di trasferimento di denaro;
  7. servizi assicurativi;
  8. articoli di gioielleria;
  9. articoli di pellicceria;
  10. acquisti presso gallerie d’arte e affini;
  11. acquisti in club privati.

E’ in ogni caso inibito, da parte del gestore del servizio, l’uso della Carta Rdc in esercizi prevalentemente o significativamente adibiti alla vendita dei beni e servizi di cui paragrafo precedente. Con apposito atto aggiuntivo al contratto per la gestione del servizio integrato della Carta acquisti sono individuati i merchant category code (MCC) da disabilitare.

E’ altresì inibito, da parte del gestore del servizio, l’utilizzo della Carta Rdc all’estero e per gli acquisti on-line o mediante servizi di direct-marketing.

Pertanto, il suggerimento è quello di cambiare negozio, oppure cambiare commesso o, infine, chiedere l’intervento del direttore responsabile del punto vendita.

In proposito si veda l’articolo 2 del decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali 148/2019

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.