Annapaola Ferri

Con un garante terzo datore di ipoteca, senza beneficio di escussione (clausola in base alla quale il creditore non dovrà necessariamente escutere il debitore prima di avviare riscossione coattiva nei confronti del garante) e ammesso che il richiedente il mutuo abbia un reddito mensile stabile e sufficiente a pagare la rata mensile di rimborso, non dovrebbero insorgere problemi nella concessione del prestito, anche in presenza di posizioni censite in CR Banca d’Italia, che, comunque, indicherebbero una regolarizzazione (anche se con ritardo) della posizione debitoria.

Tuttavia, una visura nella Centrale Rischi pubblica CR andrebbe effettuata, anche per conoscere i tempi di oscuramento della posizione censita e pianificare una eventuale reiterazione della richiesta, in caso di diniego, a segnalazione assente.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.