Ornella De Bellis

E’ necessario che i tempi maturino: l’accordo sull’iniziale cifra proposta di 10 mila euro si perfezionerà su iniziativa del creditore appena questi, dopo accurata istruttoria, si accorgerà che il debitore non possiede beni pignorabili e che il prelievo dall’eventuale esiguo stipendio percepito dal debitore comporterà l’estinzione del piano di rientro da qui a qualche decennio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.