Annapaola Ferri

Il creditore può ancora servirsi del decreto ingiuntivo notificato un lustro fa per pignorare lo stipendio percepito dal debitore inadempiente nella misura del 20% della busta paga al netto degli oneri fiscali e contributivi.

Per quanto riguarda i conti correnti pignorati al tempo, l’intestatario debitore può cominciare a riutilizzarsi appena dopo il decreto con cui il giudice assegna al creditore procedente le somme prelevate dal saldo. Fatto che dovrebbe esseri verificato da quel dì.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.