Giorgio Valli

La TARI (TAriffa RIfiuti) corrente va calcolata in base all’immobile nella sua interezza, con le eventuali pertinenze: la superficie imponibile è misurata sul filo interno dei muri perimetrali. La superficie complessiva è arrotondata per eccesso o per difetto al metro quadrato, a seconda che la frazione sia, rispettivamente, superiore/uguale o inferiore al mezzo metro quadrato. Concorrono a formare l’anzidetta superficie, per i locali, tutti i vani che compongono l’immobile, e per le aree scoperte ad uso privato, le superfici operative delle stesse.

Per il pagamento della TARI sono obbligati solidalmente i comproprietari: in altre parole il pagamento va effettuato al Comune da uno solo di essi. La divisione in quote è solo una questione interna ai comproprietari.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.