Giorgio Martini

E’ necessario approfondire la questione recuperando copia della relata di notifica (l’avviso di ricevimento) presso la sede territorialmente competente di Agenzia delle Entrate Riscossione che ha emesso la cartella esattoriale, perché la firma potrebbe essere anche quella di un familiare presente in casa del destinatario al momento della consegna.

Scartata questa ipotesi, se l’avviso di ricevimento attesta che la notifica è stata perfezionata per compiuta giacenza (l’indicazione dell’ora di consegna potrebbe essere non significativa, specie se acquisita da ispezione online dell’estratto di ruolo), presso l’ufficio postale o presso l’ufficio preposto alla gestione dell’Albo Pretorio comunale, a seguito di temporanea assenza del destinatario dal luogo di residenza, allora c’è ben poco da fare.

Qualora, invece, l’agente notificatore avesse relazionato di una consegna nelle mani del destinatario, allora sarà necessario procedere con querela di falso nei confronti del notificante, ma serve il supporto tecnico di un avvocato.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.