Roberto Petrella

Lei dovrebbe rinunciare all’eredità se la nonna paterna fosse debitrice, non se rinuncia suo padre debitore: è chiaro che agli zii farebbe molto comodo se anche lei che ci scrive rinunciasse all’eredità, così gli zii potrebbero spartirsi la parte che tocca al nipote in rappresentanza del padre rinunciante.

Confermiamo che la rinuncia all’eredità da parte sua è necessaria solo in caso di morte del genitore.

I creditori di suo padre potrebbero impugnare la rinuncia e farsi assegnare, dal giudice, i beni che sarebbero toccati a suo padre (anche chiedendo la restituzione agli zii se pure lei rinunciasse) entro cinque anni dalla data dell’atto di rinuncia, ma questa è un’altra storia.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.