Giorgio Valli

Se il 730 è stato compilato dal contribuente, nulla è dovuto al CAF che deve raccogliere e trasmettere gratuitamente la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate.

Altrimenti, si rischia che il 730 non venga trasmesso all’Agenzia delle Entrate, a meno che il CAF non abbia accettato il conferimento del mandato e rilasciato ricevuta firmata e timbrata, che comunque costituisce titolo per la riscossione coattiva di quanto dovuto per l’assistenza prestata.

Il rischio è di essere costretto a pagare sanzioni per dichiarazione omessa e mancato pagamento di eventuali imposte a debito (o la perdita di rimborsi a credito spettanti) risultanti in liquidazione, un conto molto più caro rispetto al corrispettivo dovuto al CAF.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.