Patrizio Oliva

Bisogna recarsi dal creditore (se lo stralcio ha interessato un avviso di accertamento non esecutivo) oppure presso Agenzia delle Entrate Riscossione o presso il concessionario locale (se lo stralcio ha riguardato una cartella esattoriale, un avviso di accertamento immediatamente esecutivo, o una ingiunzione fiscale), portando con sè l’atto soggetto a sgravio parziale (o il RAV originario) e il provvedimento di sgravio, e chiedendo l’emissione di un RAV con il corretto importo post sgravio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.