Andrea Ricciardi

L’amministratore di una srl risponde dei debiti erariali e previdenziali (INPS), ancorché accertati negli anni precedenti il suo insediamento, se l’Agenzia delle Entrate riesce a dimostrare che, pur in presenza di disponibilità in cassa di fondi adeguati, l’amministratore non ha provveduto a rimborsare i crediti vantati dallo Stato a cui avrebbe potuto adempiere.

Insomma, la ratio è questa: un amministratore di srl, per stare tranquillo e dormire la notte, deve dare la massima priorità al pagamento dei tributi e dei contributi previdenziali, anche iscritti a ruolo e pretesi, nel passato, tramite avvisi di accertamento o di addebito immediatamente esecutivi, cartelle esattoriali, ingiunzioni fiscali eccetera, eccetera. Altrimenti ne risponde personalmente con i propri beni.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.