Genny Manfredi

La soglia di reddito ISEE per l’istanza di accesso al reddito di cittadinanza, per due adulti e due bambini, secondo i requisiti antecedenti alla conversione in legge, è pari a 10 mila e 800 euro: seimila euro incrementati di 2 mila e quattrocento euro per ogni adulto (oltre il primo) e mille e duecento euro per ogni minore.

Quindi, in base al requisito reddito ISEE e considerando che il genitore non convivente non è stato soggetto alle regole vigenti (dopo la conversione in legge del decreto 4/2019) per l’ISEE minorenni, lei avrebbe diritto all’integrazione di 150 euro mese (oltre all’eventuale contributo affitto o mutuo) per sei mesi.

Tuttavia, esistono molti altri requisiti da rispettare (oltre al reddito ISEE) per poter fruire del reddito di cittadinanza e può darsi che uno degli altri, almeno, sia saltato; ragion per cui l’INPS ha respinto la sua domanda.

Con gli elementi che conosciamo, non è possibile scrivere di più: ci spiace.

P.S. L’INPS rilascia un estratto conto della DSU/ISEE, del tipo:

ISEE ordinario: …..
modalità di calcolo isee ordinario: …..
somma dei redditi dei componenti del nucleo: …..
reddito figurativo del patrimonio mobiliare del nucleo …..
detrazioni per spese franchigie del nucleo …..
indicatore situazione reddituale (ISR) …..
patrimonio mobiliare del nucleo …..
detrazione patrimonio mobiliare …..
patrimonio immobiliare del nucleo …..
detrazione patrimonio immobiliare …..
indicatore situazione patrimoniale (ISP) …..
indicatore situazione economica (ISE) …..
parametro calcolato in base al numero di componenti del nucleo …..
eventuali maggiorazioni applicate …..

Solo con queste informazioni è possibile capire qualcosa in più circa le motivazioni del diniego.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.