Roberto Petrella

Per quanto attiene la compilazione del modulo FC3 della Dichiarazione Sostitutiva Unica e i moltiplicatori da applicare per il calcolo del valore ai fini IMU di terreni agricoli posseduti e condotti dal coltivatore diretto, il valore da riportare è pari alla base imponibile ai fini IMU: la base imponibile per terreni agricoli non edificabili ai fini IMU si determina rivalutando la rendita catastale del 25% (si aggiunge il 25% del suo valore alla rendita catastale) e poi moltiplicando la rendita catastale rivalutata per 135.

Se la rendita catastale è di 100 euro, la rendita catastale rivalutata è pari a 125 euro, il valore del terreno ai fini IMU è di 16.875 euro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.