Patrizio Oliva

Il beneficio economico del reddito di cittadinanza, erogato su base annua all’intero nucleo familiare, si compone di due elementi: una componente ad integrazione del reddito familiare fino alla soglia di euro 6.000 annui moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza; una componente, ad integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazione in locazione, pari all’ammontare del canone annuo previsto nel contratto in locazione, come dichiarato a fini ISEE, fino ad un massimo di euro 3.360 annui.

Il parametro della scala di equivalenza, e’ pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed e’ incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente di minore eta’, fino ad un massimo di 2,1, ovvero fino ad un massimo di 2,2 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilita’ grave o di non autosufficienza.

Pertanto al nucleo familiare cui lei appartiene verranno erogati, per quanto attiene la componente reddituale 6 mila euro x 2,2 = 13.200 euro – 1000 euro (cioè il reddito annuo ISEE già percepito) = 12.200 euro annui, ovvero, 1.017 euro/mese.

Per il contributo all’affitto, dipende dal canone annuo: comunque, i primi 280 euro/mese verranno pagati con il contributo RDC (al di fuori della componente ad integrazione del reddito di 1.017 euro mese).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.