Patrizio Oliva

Vorrei far presente che la somma di 10 mila euro è al netto delle precedenti anticipazioni, che, se non avessi richiesto, ora sul Fondo, avrei 15 mila euro. La motivazione che riporta il sito del Fondo pensione, è: Lei ha richiesto precedenti anticipazioni senza aver prodotto le relative fatture. Non è possibile erogare il 30% di anticipazione finché non verranno prodotte.

Se non avesse chiesto le anticipazioni avrebbe avuto diritto a 4.500 euro. Ma di anticipazioni ne ha chieste due dichiarandole necessarie per affrontare spese mediche: naturalmente, in questo caso, il gestore del fondo non può sospendere l’erogazione dell’anticipazione, anche perchè le pezze d’appoggio che giustificano le spese mediche, vengono fornite, solitamente, a ciclo di cura concluso.

Successivamente, lei non ha ritenuto regolarizzare la posizione inviando la documentazione necessaria ed il gestore del fondo ha, molto correttamente, imputato l’anticipazione a prelievo senza motivazione. L’alternativa, per il gestore del fondo, sarebbe stata quella di pretendere dall’aderente, la restituzione di quanto anticipato e lei sicuramente, per restituire la somma, avrebbe richiesto l’anticipo del 30% per spese personali. Si sarebbe trattato di una partita di giro e comunque, saremmo ugualmente pervenuti alla’attuale situazione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.