Andrea Ricciardi

Il contribuente che ha versato le imposte in misura maggiore a quanto dovuto ha diritto a essere rimborsato, anche su specifica domanda.

Per ritenuta d’acconto sull’imposta sui redditi non dovuta, il termine per la presentazione dell’istanza di rimborso non può andare oltre i quattro anni dal prelievo.

L’istanza di rimborso deve essere presentata, in carta semplice, all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente in base al domicilio fiscale del contribuente al momento in cui è stata effettuata la ritenuta d’acconto da cui origina la richiesta di rimborso e deve contenere i motivi in base ai quali si ritiene di aver diritto al rimborso. Alla domanda va allegata la certificazione della ritenuta subita.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.