Ludmilla Karadzic

Ora vi chiedo: se i chiamati all’eredità hanno dei debiti e quindi ci sono dei creditori che potrebbero essere interessati a quella eredità, la quale potrebbe far gola anche ai creditori di mio padre che era titolare di tali beni, come ci si comporta? possono comunque i creditori dei figli opporsi alla rinuncia da parte loro se il primo ad avere dei debiti e quindi un creditore è proprio il de cuius?

Se anche gli eredi hanno debiti, l’opposizione alla rinuncia promossa dai creditori degli eredi lavora anche a favore dei creditori del de cuius: infatti, in questo modo, accettando l’eredità, gli eredi sarebbero obbligati a rispondere dei debiti propri e di quelli del de cuius.

Il problema potrebbe porsi qualora gli eredi accettassero con beneficio di inventario: in un tale scenario i debiti del defunto potrebbero essere soddisfatti solo con la liquidazione dei beni inventariati lasciati dal defunto, mentre i creditori degli eredi dovrebbero soddisfarsi sui beni propri degli eredi oppure su quanto residua dalla liquidazione dei beni inventariati, effettuata a favore dei creditori del de cuius.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.