Carla Benvenuto

In caso di applicazione della norma restrittiva, probabilmente, i richiedenti il reddito di cittadinanza, qualora siano genitori non coniugati e non conviventi, dovranno integrare l’ISEE con il modulo MB 2, valido per l’accesso a prestazioni riservate ai minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi. Per i single, laddove la madre dei figli riconosciuti non abbia redditi e patrimoni rilevanti, la nuova norma potrebbe anche rappresentare un vantaggio.

Comunque, al momento, si tratta solo di ipotesi: bisognerà attendere ed esaminare il testo di conversione in legge del decreto 4/2019, sempre che la modifica in commento sarà approvata. Nel qual caso, il soggetto interessato dalla modifica dovrà chiedere un nuovo ISEE in base al nucleo familiare rideterminato e rinnovare la domanda per il Reddito di Cittadinanza nell’ipotesi che permangano i requisiti di accesso al beneficio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.