Stefano Iambrenghi

Se ho capito bene, volendo fare le cose in regola, dovrei prima di tutto fare un contratto di comodato, per il 50% dell’appartamento di mia proprietà, concesso a mia sorella (con registrazione presso l’Agenzia delle Entrate).

Successivamente, dovremmo dare in locazione l’intero appartamento a mia sorella, la quale potrebbe poi fare un contratto di SUBLOCAZIONE A TERZI dell’appartamento in questione.

La seconda fase (locazione dell’intero appartamento a sua sorella, con successiva sublocazione) non è affatto necessaria, dal momento che ci sarebbe comunque una cifra (il 50% del canone) che sua sorella potrebbe dover rigirare al debitore comproprietario.

Il comodato servirebbe proprio a dare a sua sorella titolo per sottoscrivere, autonomamente e direttamente, il contratto di locazione dell’intero appartamento senza obbligo di ripartire i proventi dell’affitto con il fratello debitore: se proprio si possono (e vogliono) affrontare spese notarili, l’ideale sarebbe concedere alla sorella, a titolo gratuito, l’usufrutto della parte dell’appartamento di proprietà del fratello debitore (il 50% dell’intero).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.