Ludmilla Karadzic
Il consiglio che posso darle è quello di cambiare subito residenza, perchè se il creditore procede per pignoramento presso la residenza, possono pignorare tutto ciò che trovano in casa (quella dei suoi genitori). Poi, non è vero che lei non possieda proprio niente: ha una carta postepay e i soldi disponibili le possono essere pignorati tutti. Cambiare carta prepagata non serve, tanto sarà censita sempre nell’anagrafe tributaria a cui può accedere il creditore tramite ufficiale giudiziario. La società di recupero crediti la perseguiterà ovunque, anche per 10 euro: hanno pietà solo per quelli che fanno debiti per mangiare, oppure comprano online (senza pagare) dai numero uno nel campo alimentare, anche cibi come caviale, champagne e tartufi.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.