Gennaro Andele

Le regole generali e di funzionamento della Pensione di cittadinanza sono analoghe a quelle del Reddito di cittadinanza, ma si tratta di un sussidio economico rivolto alle famiglie di anziani in difficoltà,

La misura della pensione di cittadinanza risulta più semplice in quanto non sono previsti adempimenti legati al lavoro, ma è sufficiente la presentazione della domanda per poter accedere al beneficio, avendone i requisiti.

Ovvero:

  • 67 anni di età
  • cittadinanza italiana
  • residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno 10 anni nel territorio italiano;
  • reddito non superiore a 5.889 euro annui, se il richiedente non è coniugato;
  • reddito non superiore a 11.778 euro annui, se il richiedente è coniugato.
  • Da notare bene che, per usufruire della pensione di cittadinanza, tutti i componenti del nucleo familiare e non solo il capofamiglia, devono avere età pari o superiore a 67 anni.

    Se si è già beneficiari del Reddito di cittadinanza, la pensione decorre dal mese successivo a quello del compimento del 67° anno del componente più giovane.

    In tal caso, la trasformazione da Reddito di cittadinanza a pensione di cittadinanza.

    Dunque, se il suo nucleo familiare rispetta i requisiti reddituali, potrete chiedere, nel frattempo, il reddito di cittadinanza, che sarà trasformato in pensione di cittadinanza quando entrambi avrete compiuto 67 anni.

    Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.