Ornella De Bellis

Sicuramente è possibile ristrutturare i propri debiti derivanti da cessione del quinto e dal mutuo ipotecario: tutto dipende dalla capacità reddituale del debitore e dalle garanzie che può offrire, anche a carico di terzi.

Tuttavia, la ristrutturazione del debito si ottiene, solitamente, allungando il piano di ammortamento e abbassando la rata: per cui sarebbe difficile ottenere una ristrutturazione/sostituzione di un mutuo già trentennale. Per il mutuo ipotecario, pertanto potrebbe giovarsi della portabilità trovando una banca che le offra condizioni (in termini di tassi di interesse) migliori.

Per quanto riguarda la cessione del quinto, invece, il consolidamento potrebbe realizzarsi con l’estinzione anticipata e la concessione di un prestito “spalmato” su un numero maggiore di anni, con interessi, naturalmente, di gran lunga superiori a quelli ottenuti grazie alla cessione del quinto.

Se la banca dove trasferisce il mutuo per portabilità le offrisse anche un prestito con cui estinguere la cessione del quinto e pagare una rata inferiore allungando i tempi di rimborso, avrebbe ottenuto il consolidamento dei suoi debiti.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca