Andrea Ricciardi

Gli interventi per i quali si usufruisce della detrazione del 65%, finalizzati al risparmio energetico (per esempio, l’installazione di pannelli solari, la sostituzione impianti di climatizzazione invernale, la riqualificazione energetica di edifici esistenti), non consentono di ottenere anche la detrazione che si può beneficiare per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Al contrario, è possibile ottenere il bonus mobili e grandi elettrodomestici solo dopo aver realizzato una ristrutturazione edilizia (ed aver usufruito della relativa detrazione del 50%), sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali (ad esempio modifica della facciata, realizzazione di una mansarda o di un balcone, trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda, apertura di nuove porte e finestre, costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.