Ornella De Bellis

Può dormire sonni tranquilli e ritenersi libera dal debito se, e solo se, sono passati più di dieci anni dall’ultima rata di prestito non pagata dal debitore principale e la comunicazione di cessione del credito, senza che siano state notificate ulteriori comunicazioni interruttive della prescrizione (anche per compiuta giacenza). Decorso, dalla data di notifica dell’intervenuta cessione del credito, un altro decennio senza altre comunicazioni da parte di Unipolrec, potrà considerarsi liberata dal debito per il quale ha garantito.

Dall’assenza di posizioni presenti a suo nome nella Centrale Rischi degli Intermediari Finanziari (CRIF), si evince solo che UNIPOL banca non è associata (e come tale obbligata a contribuire) a questa specifica Centrale Rischi privata. Non significa assolutamente che lei possa ritenersi liberata dal debito per cui ha sottoscritto garanzia.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.