Marzia Ciunfrini

Invece di attendere che siano questi camorristi sfigati a chiamare i carabinieri qualora lei, debitrice, non intendesse firmare le cambiali, chieda lei l’intervento immediato della forza pubblica appena i tizi si presentano a casa sua (Carabinieri, ma anche Polizia di Stato e Guardia di Finanza): chieda agli agenti di procedere all’identificazione dei signori, avendo intenzione di presentare querela per tentativo di estorsione. E, la presenti seduta stante, oppure recandosi al più vicino posto di polizia.

Dopodiché segnali i nominativi anche in Questura, in modo che la società per cui questi bulli lavorano venga sanzionata come merita.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.