Genny Manfredi

Dalla risposta ottenuta si evince che il reddito di cittadinanza, anche avendo superato i 26 anni, con stato di famiglia a se stante (non convivente coi genitori), non sposato e senza figli, disoccupato (quindi a carico purtroppo per legge irpef dei genitori), non ha accesso al reddito. Tale interpretazione contrasta con altre risposte ottenute su questo forum, che facevano intendere, invece, che il superamento dei 26 di età e la condizione di formare nucleo familiare a se stante (stato di famiglia e residenza diversa dai genitori), erano requisiti validi per l’accesso, supposto lo stato di disoccupazione (e quindi in presenza di di carico iperf per legge ai genitori). Questo credo sia un nodo cruciale per centinaia di migliaia di famiglie.

La risposta è stata modificata, affinché sia chiaro che il figlio maggiorenne non convivente con i genitori fa parte del nucleo familiare dei genitori esclusivamente quando è di età inferiore a 26 anni, è nella condizione di essere a loro carico a fini IRPEF, non è coniugato e non ha figli.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.