Genny Manfredi

L’articolo che lei cita, serve esclusivamente per determinare il nucleo familiare in base al quale valutare se sussistono i requisiti per l’accesso al reddito di cittadinanza.

Il figlio maggiorenne non convivente con i genitori fa parte del nucleo familiare dei genitori esclusivamente quando è di età inferiore a 26 anni, è nella condizione di essere a loro carico a fini IRPEF, non è coniugato e non ha figli.

Pertanto, qualora volesse sapere se un figlio non convivente con i propri genitori, minore di 26 anni, non coniugato e senza figli, percipiente un reddito inferiore alla soglia di legge (2840,51 euro – per cui è considerato soggetto a carico fiscale), possa formare un nucleo familiare a sè stante, la risposta è NO.

Egli fa parte del nucleo familiare dei propri genitori.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.