Giorgio Martini

Il pignoramento del suo TFR potrebbe essere avviato da Agenzia delle Entrate Riscossione, su segnalazione dell’INPS: infatti, in virtù dell’articolo 48 bis del decreto del Presidente della Repubblica 602/1973, le amministrazioni pubbliche, prima di effettuare, a qualunque titolo, il pagamento di un importo superiore a cinquemila euro, verificano, se il beneficiario e’ inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento per un ammontare complessivo pari almeno a tale importo e, in caso affermativo, non procedono al pagamento e segnalano la circostanza all’agente della
riscossione competente per territorio, ai fini dell’esercizio dell’attività di riscossione delle somme iscritte a ruolo.

Pertanto, la rateizzazione del debito esattoriale, oppure la sua definizione agevolata, ove possibile, rappresenterà un valido rimedio all’incombente pignoramento del quinto del TFR in pagamento dall’INPS.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca