Ludmilla Karadzic

L’obiettivo è sempre e solo quello di stringere il cappio al collo del debitore, proprio nella consapevolezza che il piano di rientro cambializzato risulterà insostenibile: ma, meglio un debitore inadempiente, con protesto cambiali, piuttosto che un debitore semplicemente inadempiente.

Per escutere quest’ultimo la società di recupero crediti dovrà chiedere ed ottenere dal giudice un decreto ingiuntivo, e spesso le cessionarie non hanno la documentazione necessaria o in regola. Con la cambiale sottoscritta dal debitore e protestata per omesso pagamento, basterà solo il precetto, saltando la fase giudiziale.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca