Loredana Pavolini

Per quanto attiene la prima domanda, la comunicazione di Decadenza dal Beneficio del Termine (DBT) costituisce anche preavviso di una eventuale iscrizione in Centrale Rischi Banca d’Italia come naturale ripercussione del mancato adempimento alla richiesta ivi contenuta.

Le conseguenze che possono derivare da un periodico controllo effettuato dalla banca con cui trattiene un rapporto di conto corrente è, verosimilmente, la revoca del fido. Il recesso dal contratto è una misura che dipende, invece, dalle politiche aziendali.

Analogo discorso per l’istituto di credito che ha emesso la carta dotata di IBAN.

Premesso che una eventuale chiusura dei rapporti non implica un congelamento delle disponibilità giacenti sul conto corrente, se non in compensazione con affidamenti o esposizioni debitorie derivanti da carte di credito e/o revolving, conviene evitare complicazioni e premunirsi con una carta prepagata dotata di IBAN sulla quale far confluire gli accrediti.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.