Giorgio Martini

Se al momento percepisce una pensione al netto degli oneri fiscali e della rata di cessione pari a 993 euro e se la cessione del quinto impegna la pensione per 189 euro, se ne deduce che la pensione netta goduta è pari a 1173 euro mensili.

Tenuto conto che, attualmente, il minimo vitale si aggira intorno ai 680 euro la quota prelevabile per pignoramento sarà data dal 20% di quanto eccede il minimo vitale, vale a dire dal quinto di 493 euro circa.

Insomma, per soddisfare il reddito vantato dal comune, la pensione verrà gravata da una trattenuta mensile aggiuntiva iniziale di 98,6 euro (fluttuante in correlazione con eventuali variazioni in aumento della pensione).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.