Paolo Rastelli

L’articolo 72 del dpr 602/1973 prevede che l’atto di pignoramento di fitti o pigioni dovute da terzi al debitore iscritto a ruolo o ai coobbligati contiene, in luogo della citazione di cui all’articolo 543 del codice di procedura civile, l’ordine all’affittuario o all’inquilino di pagare direttamente al concessionario i fitti e le pigioni scaduti e non corrisposti nel termine di quindici giorni dalla notifica ed i fitti e le pigioni a scadere alle rispettive scadenze fino a concorrenza del credito per cui il concessionario procede. Nel caso di inottemperanza all’ordine di pagamento si procede, previa citazione del terzo intimato e del debitore, secondo le norme del codice di procedura civile.

Pertanto, può semplicemente rispondere all’ufficio mittente, con raccomandata AR, e citando le coordinate dell’ordine diretto, che il contratto di locazione è scaduto e che il terzo pignorato non occupa più l’appartamento di proprietà del debitore, magari allegando un certificato di residenza storico.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.