Giorgio Valli

Si tratterà di un cosiddetto errore emerso da controllo formale, consistente in 37 euro detratte in più del dovuto (spese non attestabili dagli scontrini) e quindi di una imposta evasa pari a 37 euro circa. Pagando entro 30 giorni dalla contestazione, è prevista una sanzione pari al 20% dell’imposta evasa, siamo all’incirca a 7.5 euro.

Insomma, dovrà tornare indietro all’erario intorno ai 44 euro e cinquanta centesimi.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca