Tullio Solinas

Nella fattispecie, le cartelle esattoriali sono finalizzate alla riscossione dei contributi dovuti e non versati: è evidente che fino a quando l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale non recupera gli importi attraverso la riscossione coattiva, i contributi previdenziali non vengono accreditati al debitore.

Quindi, è evidente che quei contributi stralciati non figureranno nella situazione contributiva del debitore, né potranno essere versati successivamente in modo volontario. Per recuperarli, in qualche modo, dovrebbe aumentare artificiosamente il reddito imponibile nei periodi d’imposta a venire, il che, naturalmente, non è un’operazione vantaggiosa.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca