Ludmilla Karadzic

Se lei è nullatenente e se non percepisce reddito da lavoro dipendente non ha motivo di temere la notifica di un decreto ingiuntivo, che, praticamente, conferisce facoltà al creditore insoddisfatto di avviare le procedure di recupero forzato del credito attraverso azioni esecutive di pignoramento (conto corrente, stipendio, immobili di proprietà).

Tuttavia, qualora il garante percepisse un reddito da pensione, potrebbe vedersi pignorata del 20% la quota eccedente il minimo vitale, pari ad una volta e mezzo l’importo massimo dell’assegno sociale.

A partire da gennaio 2018, l’importo massimo dell’assegno sociale ammonta a 453 euro,

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.