Ludmilla Karadzic

Vorrei chiedere chiarimenti sulla Vostra risposta, sui punti sotto elencati.

1) Il creditore non ha l’obbligo di fornire al proprio debitore, che l’ha eventualmente smarrita, copia del contratto sottoscritto?

Domando: potrebbe essere che invece della copia conforme del contratto della carta la finanziaria mi abbia a sua descrizione inviato la copia del solo contratto di acquisto che ha generato poi il rapporto della carta revolving?

2) Al massimo, possono essere chiesti lo scioglimento dai vincoli che l’utilizzo della carta comporta (revoca unilaterale, senza penalità ed oneri, della carta revolving prima della eventuale scadenza prevista nel contratto nullo) nonché la rimodulazione degli interessi applicati al credito rotativo.

Domando: che tipo di tassi si applicherebbero per la rimodulazione degli interessi applicati al credito rotativo?

3) Il danno risarcibile, invece, deve essere dimostrato.

Domando: che tipo di danno potrebbe essere contestato?

Prima domanda: tutto potrebbe essere.

Seconda domanda: se gli interessi hanno superato la soglia di usura, vanno riportati entro i limiti di legge.

Terza domanda: nessuno. Ma leggendo il suo intervento (ha utilizzato una carta revolving e dopo tempo vorrebbe eccepire la nullità del contratto) potrebbe anche darsi che le venga in mente di chiedere un risarcimento.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.