Chiara Nicolai

L’importo è lievitato in ragione degli interessi maturati in questi ultimi sette anni e delle sanzioni civili comminate: purtroppo, i rapporti fra lei e la sua commercialista non riguardano l’INPS. Al massimo, se era stato conferito alla professionista un regolare mandato e se tale mandato prevedeva anche il supporto tecnico per il pagamento di contributi previdenziali ed assistenziali da versare all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, potrà citarla in tribunale per un risarcimento danni.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca