Ornella De Bellis

Ribadiamo che il DPR 223/1989 (Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente), ancora oggi vigente, dispone all’articolo 7, comma 2 che per le persone già cancellate per irreperibilità e successivamente ricomparse devesi procedere a nuova iscrizione anagrafica.

L’articolo 11 del medesimo DPR, al comma 2, specifica poi che i nominativi delle persone risultate irreperibili devono essere comunicati, a cura dell’ufficiale di anagrafe, al prefetto entro trenta giorni dall’avvenuta cancellazione per irreperibilità; entro pari termine devono essere segnalate anche le eventuali reiscrizioni.

Dunque, la richiesta formulata dall’impiegata d’anagrafe, per conoscere l’ultima residenza prima della cancellazione per irreperibilità, non sono finalizzate a ripristinare la continuità delle iscrizioni anagrafiche, ma a fornire adeguata informativa al Prefetto.

La catena dei trasferimenti dell’irreperibile, infatti, anche se resta ignota all’anagrafe, deve essere comunque resa nota al Prefetto per intuibili motivi di pubblica sicurezza.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca