Giorgio Valli

L’assunzione della carica di amministratore comporta una minima verifica della contabilità, dei bilanci e delle ultime dichiarazioni IVA e IRES. Ove ciò non avvenga, è evidente che colui che assume la carica si espone volontariamente a tutte le conseguenze che possono derivare da pregresse inadempienze, qualora pur essendoci disponibilità di cassa, non provvede a sanarle nei limiti del possibile.

Corte di cassazione, sentenza 39437/2014

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca