Simone di Saintjust

Deve rivolgersi ad un avvocato che può individuare, ad onorari accessibili, iscrivendosi ad una sigla sindacale con sportelli sul territorio in cui vive. L’avvocato diffiderà l’ex datore di lavoro a versarle il TFR residuo al pignoramento (circa l’80% di quanto maturato al momento delle dimissioni). Dopodiché, qualora il suo debitore permanesse nell’inadempimento, dovranno essere avviate le procedure per il recupero coattivo del TFR.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca