Ornella De Bellis

Nella situazione esposta, per la società emittente una carta di credito già attiva, non è codificato alcun obbligo di condotta da tenere, per legge, qualora emergesse una segnalazione per il titolare in una centrale rischi privata.

Non sussistono sanzioni automatiche, nè un protocollo di comunicazione da CRIF verso AMEX e tutto dipende dalle politiche aziendali adottate presso American Express, nonché dalle valutazioni proprie della società emittente la carta di credito, nel momento in cui un credit manager di AMEX si accorgesse dell’intervenuta segnalazione.

La carta di credito, allora, potrebbe essere revocata, subire una diminuzione del fido concesso, oppure tutto potrebbe continuare come nulla fosse accaduto.

Il problema si presenterebbe sicuramente in occasione della eventuale richiesta di una nuova carta di credito ad AMEX o ad altra banca/finanziaria: in quel caso, nella fase istruttoria, verrebbero interrogate tutte le centrali di rischio (la CAI e quelle private come CRIF, CTC ed Experian-Cerved) e la carta verrebbe negata al soggetto censito fra i cattivi pagatori.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca